C’è un corpo nel corpo.

Per una storia delle pratiche di disembodiment,
dai sutta del Buddha alle tradizioni dello yogācāra.

Docente: Federico Squarcini

4 incontri per un totale di 16 ore di didattica frontale:

Date e tematiche degli incontri:

I.    ven. 26 ottobre 2018. L’indagine circa l’esperienza corporea, la cognizione, l’abitudine e gli automatismi nella stagione del primo buddhismo

II.    ven. 9 nov. 2018. I sensi del corpo e il contatto con gli oggetti d’esperienza

III.    ven. 23 nov. 2018. L’esperienza sensibile, gli oggetti e la ‘cognizione di sé’ secondo i trattati dell’Abhidharmapiṭaka.

IV.    ven. 14 dic. 2018. L’emancipazione dagli automatismi propriocettivi e cognitivi nelle tradizioni dello yogācāra.

Orari: 11.30-13.30 | 14.30-16.30

Il corpo è un ricettacolo di movenze, gesti, posture, atteggiamenti, disposizioni e automatismi di ogni sorta. Ciò è cosa da sempre nota, sperimentata e indagata in ogni epoca, ieri e oggi. È tuttavia sorprendente il modo in cui, fin dai primi sec. a.C., la cognizione corporea e l’esperienza propriocettiva sono state viste come la base fondamentale di sofisticate pratiche di emancipazione e di ‘svincolamento’ (mokṣa), largamente ritratte sotto il termine yoga. Il modo in cui gli automatismi corporei e somatosensoriali sono stati descritti e affrontati da queste tradizioni è di straordinario interesse per tutti coloro che si dedicano sia allo yoga sia, più in generale, alla comprensione del fenomeno della propriocezione corporea e delle tecniche di dis-automatizzazione della cognizione.
In questa serie di incontri verranno presentante, in prospettiva storico-filosofica, alcune fra le tradizioni più rilevanti a proposito, a partire dai più antichi sutta delle prime compagini buddhiste fino a quelle note come yogācāra, passando per le acute formulazioni contenute nei diversi trattati dell’Abhidharmapiṭaka.

Federico Squarcini
insegna Religioni e Filosofie dell’India e Lingua e Letteratura Sanscrita all’Università Ca’ Foscari di Venezia, dopo aver insegnato Indologia e Storia delle Religioni dell’India presso le Università di Firenze, Roma ‘La Sapienza’, Bologna. È Direttore del ‘Master in Yoga Studies’ dell’Università Ca’ Foscari. Conta varie pubblicazioni, fra cui il testo scritto con L. Mori, Yoga. Fra storia, salute e mercato (Carocci, Roma 2008), e la cura della traduzione integrale degli Yogasūtra di Patañjali (Einaudi, Torino 2015).

Quote di partecipazione:
Quota associativa Centro Shakti: Euro 30
Partecipazione ai quattro incontri: 210
Partecipazione a una singola giornata: Euro 60

Organizzazione e sede del corso:
Shakti – Centro Studi Yoga asd
Via Villoresi 11 – 20143 Milano
www.shaktiyoga.net
e-mail:info@shaktiyoga.net
tel. 02 8361042

seguici anche su Facebook

A chi avrà partecipato ad almeno tre incontri verrà rilasciato attestato di partecipazione